Nel primo articolo (link di approfondimento) ci siamo chiesti quali fossero le migliori borracce per trasportare acqua a scuola o a lavoro plastic-free.

Ricordiamoci che la plastica è costituita mediamente da un 2% di additivi, come il BPA (link di approfondimento), gli Ftalati o metalli tossici come l’antimonio rilasciato del PET delle bottigliette di acqua minerale, che sono molto pericolosi per la nostra salute (link di approfondimento).

CLASSIFICA

Al primo posto abbiamo le borracce in Vetro (vedi articolo), perchè sono completamente riciclabili, ecocompatibili, non alterano il sapore dell’acqua e hanno il miglior profilo di sicurezza.

 

Secondo Posto

Al secondo posto troviamo le borracce in acciao inox leggero che sono rivestite da uno strato termomodulante.

Mantiene i liquidi caldi o freddi alla temperatura originaria per molte ore con un rivestimento isolante a doppia camera.

Come il precedente caso della borraccia in vetro, è riciclabile e assicura una durabilità e una elevata resistenza nel tempo.

E’ possibile lavarla con sapone 100% di origine vegetale ma è preferibile un semplice risciacquo con acqua corrente prima di riempirla.

 

Terzo posto

La borraccia in Alluminio alimentare.

Ne esistono di tante forme, sono 100% riciclabili e possono essere rivestite da un materiale termoisolante.

Queste borracce sono le più leggere del mercato ma hanno due svantaggi.

  • L’acqua tende a sviluppare muffe se non viene continuamente rinnovata entro due o tre giorni;
  • E’ consigliabile non aggiungere all’acqua una spremuta di limone perché sostanze acide possono micro-corrodere l’alluminio, che viene poi rilasciato nel liquido, che ingeriamo;
  • Per produrre l’Alluminio l’Industria usa molto più energia rispetto a materiali come vetro e acciaio.

 

Se vuoi essere aggiornato sulle novità dal mondo della salute correlato ai contaminanti emergenti, iscriviti gratuitamente alla newsletter.

Dr Pasquale Cioffi

Autore del libro “La Dieta della Plastica

Share This