Ridurre il rischio di ammalarsi di tumore è possibile e, secondo numerosi studi scientifici (link gratuito), la prevenzione si fa soprattutto a tavola!

L’etiologia dei tumori è ovviamente multifattoriale e riguarda sia fattori genetici sia ambientali.

Ma e’ oramai condiviso dalla Comunità Scientifica che ci sono alcuni alimenti che contengono potentissime armi, detti flavonoidi, contro l’insorgenza dei tumori e latre gravi patologie!!

I flavonoidi sono dei potentissimi antiossidanti in grado di bloccare i processi infiammatori e altre alterazioni patologiche, neutralizzando i temutissimi radicali liberi dell’ossigeno che sono alla base dell’insorgenza delle lesioni precancerose!

Rigorosi studi scientifici hanno dimostrato che diete ricche in frutta e verdura sono fortemente associati a una significativa riduzione nell’incidenza dei tumori.

Ma quale tipo di frutta e di verdura?

I flavonoidi sono presenti anche nel te verde e nel vino rosso ma sono particolarmente presenti in frutta e verdura.

Il frutto in assoluto più ricco in flavonoidi sono le bacche di sambuco, da noi utilizzate  come superfood soprattutto negli integratori alimentari.

Al secondo posto abbiamo le bacche di aronia,  molto utilizzata come superfood in succhi o estratti di molti integratori alimentari.

Al terzo posto, ma non molto distanti, troviamo i cosiddetti frutti di bosco come ribes nero, mirtilli rosso e nero, more, fragole.

Al quarto posto abbiamo le ciliege e le amarene.

La frutta tropicale classica come banane, kiwi, mango sono molto povere in flavonoidi, se paragonati ai frutti di bosco.

Per quanto riguarda i vegetali, al primo posto troviamo le olive nere, ricche in oleuropeina, un potentissimo antiossidante.

L’olio extravergine di oliva, soprattutto se giovane e con retrogusto amaro, contiene una buona percentuale di antiossidanti.

Al secondo posto abbiamo gli spinaci, che però perdono buona parte dei preziosi antiossidanti se preparati con cotture lunghe e ad alte temperature.

Anche le cipolle rosse crude sono da preferire a quelle bianche per la loro elevata concentrazione di flavonoidi.

Infine abbiamo le fave e la soia, che sono da preferire a piselli e altri legumi.

 

Per la frutta secca, pistacchi e mandorle sono quasi dieci volte più ricche in antiossidanti rispetto a altri tipi di semi.

Per quanto riguarda tutti di derivati dei cereali come pane, pasta, dolciumi e farine è dimostrato che i preziosi flavonoidi sono particolarmente presenti nei prodotti fatti con cereali integrali.

Man mano che aumenta il grado di raffinazione della farina di partenza, gli antiossidanti tendono a diminuire drasticamente come nel caso della farina triplo zero!!

IMPARIAMO A MANGIARE PANE E PASTA INTEGRALE!!!

Il cacao è uno dei prodotti più ricchi in natura di antiossidanti e anche per questa materia prima vale la regola applicata ad altri prodotti: più raffinata e lavorata è la materia prima e meno flavonoidi saranno contenuti nel prodotto finale!

I chicchi di cacao crudo, che non hanno subito processi industriali né trattamenti termici, hanno un tenore doppio in antiossidanti rispetto al cioccolato fondente o venti volte maggiore rispetto al cioccolato al latte!

Impariamo a mangiare i chicchi di cacao crudo al posto della solita cioccolata!!!

Un dato molto importante e poco conosciuto dal consumatore medio è che risulta molto importante avere una flora batterica intestinale sana per assorbire in maniera efficiente la maggior quantità possibile di antiossidanti, perché i nostri amici batteri giocano un ruolo cruciale permettendone l’assorbimento!

Manteniamo sempre in buona salute la nostra flora batterica intestinale, integrandola ogni tanto con prodotti a base di fermenti lattici vivi!!!

Infine e’ importante avere una dieta ricca in flavonoidi perché essi possono ridurre anche il rischio di malattie neuro-degenerative, cardiovascolari e dismetaboliche!

Preferiamo sempre frutta e verdura certificata BIO per evitare di cadere nella trappola dei pesticidi!!!

Se volete essere informati su queste problematiche emergenti, iscrivetevi gratuitamente alla newsletter, e scaricate gratuitamente la guida all’acquisto , alla manutenzione e all’uso delle pentole e le relative fonti di esposizione da interferenti endocrini e metalli pesanti.

Dr Pasquale Cioffi

Autore del libro “La Dieta della Plastica

Share This