Dov’è la data di scadenza dei cosmetici che usate ogni giorno?

Oppure, vi siete mai chiesti perché quasi tutti i cosmetici non hanno una data di scadenza?

Sono forse eterni?

Ebbene, per rispondere a queste domande, devo spiegarvi che il Regolamento Europeo 1223/2009, entrato in vigore l’11 luglio 2013, prevede che l’etichetta dei cosmetici riporti la data di scadenza esclusivamente per i prodotti che hanno un periodo di conservazione (o durata) inferiore ai 30 mesi.

Mentre per i prodotti con “durata minima superiore ai 30 mesi”, se correttamente conservati e sigillati, non è prevista una data di scadenza, ma il cosiddetto PAO, ovvero l’acronimo di “Period After Opening”.

Il PAO è  il periodo dopo l’apertura, riconoscibile dal famoso simbolo che indica un barattolino aperto con su scritto i mesi entro i quali il cosmetico può essere tranquillamente utilizzato in sicurezza.

Se il PAO indica 6M, significa che il cosmetico si potrà utilizzare per sei mesi dall’apertura del flacone.

 

E’ oramai giunto il momento che venga riconosciuto al consumatore, il sacrosanto diritto di sapere la data di scadenza di un qualsiasi cosmetico, a prescindere dal loro periodo di conservazione.

Ma, a questo punto, vi pongo un altro quesito: “Comprereste un rossetto che è stato prodotto quattro anni e mezzo fa e che scade entro i successivi sei mesi con un PAO di un anno?”.

Per avere maggiori informazioni sulla presenza di microplastiche e nanoplastiche nei cosmetici, potete cliccare qui!

Consigli e avvertenze:

  • Acquistate i prodotti solo nei canali ufficiali (farmacie, erboristerie, profumerie e supermercati) e non sulle bancarelle per avere maggiori garanzie legate alla loro origine.
  • Comprate i prodotti per l’igiene personale con packaging non in plastica.
  • Acquistate prodotti con data di scadenza per avere un’idea del periodo di contatto del cosmetico con l’imballaggio e, di conseguenza, preferisci quelli con scadenza più lunga.
  • Evitate di acquistare cosmetici tenuti su espositori esposti alla luce diretta del sole o vicino a fonti di calore.

Per avere maggiori informazioni sulla presenza di microplastiche e nanoplastiche nei cosmetici, potete cliccare qui!

Se vuoi sempre essere aggiornato sulle problematiche  più attuali, leggi anche altri articoli del blog oppure iscriviti gratuitamente alla newsletter.

Dr Pasquale Cioffi

Autore del libro “La Dieta della Plastica

Share This