Il Parlamento Europeo ha approvato in via definitiva la direttiva che obbliga gli Stati membri di vietare una serie di plastiche monouso a partire dal 2021.

Il referendum anti-plastica che in molti avevano ipotizzato, ora non è più necessario!

 

La piccola grande rivoluzione, che abbiamo definito “Deplastificazione” si sta concretizzando con l‘aiuto di tutti.

Saranno banditi cotton fioc, posate, piatti, cannucce, mescolatori per bevande e aste per palloncini di plastica e già la grande industria si è messa in moto per sostituire la plastica con materiali ecocompatibili, ecosostenibili e compostabili.

Basta, per esempio, fare una semplice ricerca su internet per trovare piatti monouso in foglie pressate o in bambu’ a prezzi accessibili.

Purtroppo non è più sostenibile un bastoncino in plastica che usiamo per due o tre secondi per sciogliere lo zucchero nel caffè!

Un ciclo vitale di pochi secondi per un oggetto in plastica ha un impatto infinito sull’ambiente e sulla nostra salute!

Finalmente poco alla volta tutti, e sottolineo proprio tutti, compreso gli Europarlamentari, hanno compreso bene come le plastiche rappresentano la minaccia più preoccupante non solo per l’ambiente ma anche per noi umani!

Ogni anno vengono prodotti più di 300 milioni di tonnellate di plastica di cui circa la metà è rappresentata dai monouso.

Purtroppo i Paesi del Sud-Est asiatico come Cina e India sversano circa otto milioni di tonnellate di plastiche monouso negli oceani.

Le plastiche monouso vanno incontro ad un processo di micro-frammentazione, che permette loro di penetrare profondamente in tutta la catena alimentare e giungere sui nostri piatti (link di approfondimento).

Esse sono trasportate addirittura dalle zanzare (link di approfondimento).

Sono già disponibili i primi risultati della prima sperimentazione sull’uomo per la ricerca e la valutazione dell’impatto, che hanno microplastiche e nanoplastiche sull’uomo.

Le microplastiche e soprattutto le nanoplastiche, quelle più piccole, sono in grado di trasportare con sé metalli pesanti, pesticidi, idrocarburi come fossero delle zattere invisibili!

Inoltre è tutto da studiare l’impatto sulla salute che i pericolosi cocktail hanno sulle specie animali, compreso l’uomo (link di approfondimento).

Gli ultimi studi dimostrano che anche il suolo e il sottosuolo sono contaminati dalle microplastiche e dalle nanoplastiche con conseguenze devastanti (link di approfondimento).

Noi, nel nostro piccolo, possiamo, già da subito, sostituire le plastiche monouso con articoli in vetro, ceramica, bambù e acciaio.

Non aspettiamo il 2021….FACCIAMOLO SUBITO!!!!!

 

Se vuoi sempre essere aggiornato sulle problematiche  delle plastiche,  microplastiche e delle nanoplastiche leggi anche altri articoli del blog oppure iscriviti gratuitamente alla newsletter.

Dr Pasquale Cioffi

Autore del libro “La Dieta della Plastica

Share This